Il Casinò di Saint Vincent compie 70 anni

Condividi

Il Casinò di Saint Vincent compie 70 anniSAINT VINCENT (AO). La pallina d'avorio iniziò a girare sulla roulette alle 21 del 29 marzo del 1947, pochi istanti prima il croupier aveva chiuso le puntate con il classico "Rien ne va plus". Al tavolo c'erano un industriale tessile biellese, un avvocato casalese e un commerciante di Torino. La pallina si fermò sul numero 9: "Neuf, rouge, impair et manque". E' iniziata così, 70 anni fa, la storia del Casinò de la Vallée di Saint-Vincent, una delle quattro case da gioco autorizzate sul territorio italiano. 

Una storia costellata da grandi eventi, come il Premio Saint-Vincent di Giornalismo (1948) e le Grolle d'Oro del cinema italiano (1953), ma anche il Disco per l'Estate (1964-2003) e molti altri appuntamenti mondani. Il Casinò de la Vallée, che oggi vive una difficile situazione finanziaria (con l'avvio di una procedura di licenziamento per 264 degli oltre 700 dipendenti), guarda al futuro per cercare di tornare ai fasti degli anni '80, quando raggiunse il vertice della classifica delle case da gioco europee per incassi e numero di visitatori annui. Il recente restyling (con la creazione di un hotel 5 stelle e di un hotel a 4 stelle) è l'atout su cui l'azienda - di proprietà al 99% della Regione Valle d'Aosta - ha puntato per rilanciarsi nel mondo del gioco e del turismo.