Noli, la prima perla del savonese

Condividi

Noli, la prima perla del savoneseNOLI (SV). La prima perla che si incontra da Savona andando verso Ventimiglia è il borgo arroccato di Noli, stretto tra mare e collina. A parte la scomodità dei parcheggi (da 1,80 euro all’ora, impossibili da trovare nel periodo estivo, infatti tanti mettono l’auto nella vicina Spotorno, molto più moderna e spaziosa), Noli vanta un grande fascino per il suo interno, attaccato alle spiagge. Bellissimo il suo centro storico, il budello di vie strette che paiono un dedalo. E poi la torre, la chiesa centrale, il chiostro cinquecentesco in periferia verso Finale Ligure, il forte che sovrasta Noli stessa e poi ancora il ponte medioevale verso Finale Ligure e quella gloriosa storia che si appoggia alla Repubblica Marinara di Genova e alla fazione guelfa in generale. Noli, unica in tutta la Liguria, ebbe una grande autonomia dalla capitale Genova, ma fu anche una fedele alleata del capoluogo regionale. L’apice nel 1200, quando si difese, da sola, a differenza di Laigueglia, dagli attacchi dei saraceni. La Repubblica Nolese durò dalla fine del 1100 fino al 1793, quando arrivò l’esercito napoleonico, ma anche all’epoca del Risorgimento ebbe la sua importanza strategica nel 1848.