Il turismo italiano in Polonia

Condividi

Il turismo italiano in PoloniaDurante la Fiera internazionale del turismo “TT Warsaw”, svoltasi questo fine settimana nella capitale polacca, erano presenti grandi stand rappresentanti alcune regioni italiane, quali il Friuli-Venezia Giulia, l’Emilia Romagna, la Sardegna, la Calabria e la Sicilia. Quest’ultima è stata rappresentata dal DAM, ovvero dal Distretto antichi mestieri, sapori e tradizioni popolari in Sicilia. “È la prima volta che siamo venuti a Varsavia a promuovere la nostra isola, a promuovere le nostre professioni che stanno ormai scomparendo e la nostra cucina, con i suoi sapori e i suoi quattromila anni di storia”, ha detto Maurizio Ninfa del DAM. Rodolfo Bova, rappresentante della Calabria, ha promosso la sua regione, sottolineando che nel 2015 è stata visitata da 1,5 milioni di stranieri, composti soprattutto da famiglie ma anche da coppie giovani tra i 18 e i 20 anni. L’agenzia di viaggi Rainbow organizza voli charter da Varsavia a Lamezia Terme due volte la settimana. L’anno scorso, insieme alla Germania, l’Italia è stato il paese più visitato dai polacchi.