Primi tuffi al mare

Condividi

Primi tuffi al mareComplice il rialzo delle temperature dovuto all'anticiclone delle Azzorre, nei primi giorni di giugno diversi milioni di italiani si sono tuffati per la prima volta in acqua per il primo bagno della stagione. Se nel Sud e in Sicilia fin dai primi di maggio molti amanti della tintarella avevano approfittato dei raggi di sole per bagnarsi, ora anche nelle Marche, Abruzzo, Romagna, Toscana, Lazio, Veneto e Liguria si registrano parecchie persone in spiaggia. Complice una crisi economica che gli economisti affermano al capolinea, i prezzi sulle spiagge sono rimasti invariati, a partire dagli ombrelloni, sdrai e i prodotti al bar. Inoltre negli ultimi giorni sono arrivati i primi turisti stranieri, in particolare tedeschi, francesi e i russi (nonostante le sanzioni occidentali a vari oligarchi). I polacchi si confermano in aumento, con la new entry rappresentata dai finlandesi, In netto calo gli svedesi che approfittano degli sconti in Grecia o volano nei Caraibi.