Tutto su Madonna di Campiglio

Condividi

Tutto su Madonna di CampiglioMADONNA DI CAMPIGLIO (TN). In attesa del suggestivo Carnevale Asburgico, con la rievocazione dell’antico carnevale in costume, Madonna di Campiglio conta ad oggi, in questi ultimi giorni di feste natalizie, 60 chilometri di piste e 20 impianti di risalita. Dal 2011 il comprensorio è collegato con quelli di Pinzolo, Marivella e Folgarida formando la nuova Ski-area Madonna di Campiglio, per un totale di 150 chilometri di piste, 70 mila metri quadri di snowpark, 40 chilometri per lo sci nordico. Fra le più famose la pista 3-Tre, su cui si disputano gare di slalom speciale della Coppa del Mondo di sci alpino, e la Spinale direttissima, dalle pendenze elevate e consigliata solo agli esperti. Per gli amanti delle piste lunghe e poco pendenti c’è la pista Graffer, mentre per lo sci in notturna c'è il Canalone Miramonti. L'Ursus Snowpark, invece, è costituito da 3 zone (beginner, intermediate e advanced area), con più di 8 ettari di terreno freestyle e circa 40 strutture tra kickers, step-up, step down, funbox, spine, box e rails, più una pista di boardercross.
GASTRONOMIA. La gastronomia della Val Rendena è legata ai prodotti del bosco (come il radic de l’ors, un radicchio selvatico che cresce a 2000 metri e viene conservato in agrodolce), all’alpeggio e all’allevamento locale, con una lunga tradizione di salumi, insaccati e formaggi di qualità. Fra i salumi più celebri il salame all'aglio della Val Rendena e la pancetta agliata, la lucanica, lo speck, il cacciatore di Caderzone, le salamelle fresche, i cotechini e il lardo aromatizzato. Dalla tradizione agro-pastorale della Valle - dove il pascolo è gestito attraverso gli antichi istituti delle “Regole” e “degli usi civici” risalenti al 1300 - viene la Spressa Dop, un antico formaggio locale.